Le vetrate

Certamente chi entra in chiesa non può non notare le vetrate che la rendono più ricca.

Danno una particolare luce alla chiesa, calda ed accogliente. Inoltre esse sono come una catechesi visiva. Illustrano i grandi temi della Bibbia e la figura di san Leonardo Murialdo, santo a cui la chiesa è dedicata.

Un percorso di illustrazione e di spiegazione può essere il seguente:

1. Il primo approccio é alle due porte di ingresso della chiesa. I 4 elementi della realtà (terra, acqua, fuoco ed aria) di questo mondo si trasformano in simboli del mondo spirituale nella liturgia e nei sacramenti: la terra produce i fiori, il grano e l’uva e ci introduce all’eucarestia; l’acqua ci parla di purificazione e ci porta al battesimo; il fuoco ci parla del Cero pasquale e ci conduce allo Spirito Santo; infine l’aria l’avviciniamo all’incenso ed alla preghiera.

 

2. La vetrata della croce appena entrati in chiesa é la sintesi di tutto il mistero della salvezza (antico e nuovo testamento). La croce è richiamata sia nella formella centrale che nell’insieme della vetrata. Cristo che muore in croce è al centro di tutto il mistero della salvezza. Gli fanno da contorno i quattro evangelisti e figure dell’antico e del nuovo testamento.

 

3. La corona della chiesa in alto vuole illustrare tutta la catechesi biblica. Sopra l’ingresso della chiesa viene raffigurata la creazione che si sviluppa in sette giorni.

 

4. Sopra il presbiterio viene rappresentata l’Apocalisse, libro che chiude la Bibbia.

 

5. Il mistero della salvezza e la catechesi biblica trovano la loro attualizzazione nella Chiesa e nella vita dei santi (nel nostro caso san Leonardo Murialdo visto che la chiesa è dedicata al lui) i quali vivono le beatitudini. Ecco allora sui fianchi della chiesa l’illustrazione della vita di san Leonardo Murialdo e con in alto le formelle delle otto beatitudini.

 

Le vetrate caratterizzano le chiese dal Gotico in poi e sono il frutto di quella concezione medioevale che concepisce Dio come Luce, che illumina ogni uomo e lo rende capace di manifestarla al mondo brillando nell’ oscurità.

“Il vetro permette dei giochi di luce. Misticamente Dio é luce; senza luce non c’e niente, la vita si spegne. La vetrata prende forza proprio dalla luce, che da splendore e vita ai colori ed alla linea. Tutto si anima grazie alla luce”.

Tutte queste vetrate sono opera di don Livio Chiriotti, sacerdote giuseppino, che per molti anni ha prestato la sua opera nella nostra parrocchia.

 

Torna alla pagina che riguarda la chiesa