Siamo Chiesa … pasquale

Riflessione pubblicata su La Campana n. 139 Aprile 2013:

La Pasqua che abbiamo appena celebrato significa resurrezione, passaggio, cambiamento, …
L’antico popolo attraversando il mar Rosso è diventato il popolo eletto, il popolo della promessa. Gesù nella Pasqua è passato da morte a vita e ci ha dato la garanzia della nostra resurrezione oggi e domani.

Ci nasce certamente la domanda: cosa significa per me vivere la Pasqua, ed in particolare la Pasqua 2013? Se essa è resurrezione, passaggio, cambiamento … dove le vedo in me queste realtà?

Abbiamo da poco imparato a conoscere il nuovo papa Francesco. Ci ha colpito per la sua immediatezza, la sua semplicità, il suo stare dalla parte degli ultimi. Ci viene da dire: è questo il papa che ci voleva per la Chiesa, per noi che siamo Chiesa.

Noi di contro tante volte rischiamo di essere complicati, difficili, diffidenti, ecc e questo a vari livelli: personale, familiare, parrocchiale, ecclesiale. Tante volte siamo pronti a puntare il dito contro gli altri e ad accusare.

Il nostro vivere la Pasqua può forse allora voler dire: riacquistare immediatezza, semplicità; sentirci costruttori della Chiesa; metterci dalla parte degli ultimi e dei poveri.

Sia allora questa la “Buona Pasqua” che ci siamo augurati e che ancora ci auguriamo.

 Don Franco Pairona

Ritorna a: Riflessioni del parroco