Benvenuto don Manuel

don Manuel Monti.

don Manuel Monti.

Carissimi parrocchiani tutti,

in questi giorni si sta concretizzando l’avvicendamento come parroco tra il sottoscritto e don Manuel Monti, giuseppino del Murialdo. Io sono chiamato a diventare parroco della parrocchia della Salute in Torino.

Questa situazione mi offre la possibilità di fare una serie di riflessioni.

Per prima cosa mi sembra giusto ringraziare tutti i parrocchiani che in questi ultimi sette anni “mi hanno sopportato”, oppure dicendo meglio, mi hanno aiutato a svolgere al meglio il servizio di parroco.

Qualcuno mi ha chiesto se mi fossi stufato di Pinerolo che ho accettato di trasferirmi a Torino; qualche altra persona mi ha detto che avrei dovuto opporre un rifiuto alla richiesta fattami dai miei superiori; altri ancora vedono non di buon occhio il fatto che la parrocchia sia affidata ai Giuseppini e che quindi ci sia sempre stato un maggior turnover rispetto alle altre parrocchie della diocesi. A tutti dico che mi sono trovato molto bene a Pinerolo e che vi sarei rimasto almeno altri venti anni. D’altra parte ho fatto un voto di obbedienza che ho la possibilità di vivere solamente in alcune occasioni, e l’occasione del trasferimento è una di queste. Mi auguro di trovarmi bene a Torino almeno quanto mi sono trovato bene qui a Pinerolo.

Infine mi sembra che la parrocchia sia fatta soprattutto dai parrocchiani. Può cambiare il parroco ma la vita continua per la dedizione e l’impegno di tutti; anzi il cambio del parroco può diventare motivo di crescita e di maturazione.

Ed allora diciamo insieme: benvenuto don Manuel.

Certamente rispetto a me ha dalla sua parte l’età anagrafica: infatti è nato a Vicenza l’11 gennaio 1971. Starà poi a voi scoprire tutte le sue qualità positive e starà a lui sapersi mettere in gioco in questo suo nuovo servizio. Don Manuel è alla prima esperienza come parroco; finora ha svolto ruoli diversi in varie opere della congregazione e tra queste è stato per alcuni anni a Rivoli Torinese. D’altra parte ero anch’io alla prima esperienza di parroco quando lo sono diventato 7 anni fa qui al Murialdo.

Ed allora siategli vicini, aiutatelo nelle varie situazioni e non mettetevi tanto nell’atteggiamento di ricevere quanto in quello di dare.

Con cordialità.

Don Franco Pairona